tornare a luoghi da visitare home

Chiesa Natività di Maria Santissima

Come arrivarci:

  • Uscite dall'autostrada Roma - Firenze al casello "Fiano Romano".
  • Prendete la superstrada fino a Passo Corese e poi la strada provinciale 313 fino al bivio per Montopoli.
  • Seguite la segneletica per Mompeo.
Arco trionfale e altare maggiore
La Chiesa Natività di Maria Santissima si trova nel comune di Mompeo. Per sapere di più su questo comune, vedi la pagina Mompeo.

A Mompeo si possono visitare anche il Palazzo Baronale Orsini Naro e dei siti archeologici di età Romana.

Chiesa Parrocchiale "Natività di Maria Santissima"

Nel 1559, il popolo del "Castrum Pompei", durante il marchesato di Alessandro Orsini fece restaurare la chiesa parrocchiale. Al 1663 invece risale la riedificazione dell' edificio sacro per volontà di Bernardino Naro, il quale vi fece costruire anche la cappella gentilizia, in cui secondo testamento, alla sua morte doveva essere deposto il cuore, mentre il corpo è sepolto nella splendida cappella di famiglia nella Chiesa di S. Maria sopra Minerva in Roma.

Fabrizio Naro, di Bernardino, proseguì l'opera intrapresa dal padre abbellendo la nuova chiesa con gusto legato alla tendenza barocca del tempo; donò alla chiesa un prezioso reliquiario, e nel 1668 fece edificare poco lontano dal paese una cappella detta "Chiesola", poi la chiesa di S. Eleuterio nella campagna. Nell'anno 1674 fece trasportare un crocifisso ligneo da una chiesetta di campagna nella sua cappella gentilizia; per tale evento furono invitati rappresentanti dell'aristocrazia romana ed alti prelati della curia e per l'occasione, furono coniate medaglie commemorative.

La morte lo colse nell'anno 1697, e seguendo anche in punto di morte le orme paterne, espresse la volontà affinché il suo cuore fosse posto nella cappella gentilizia. Ancora oggi nella cappella gentilizia sono visibili le effigie di Bernardino e Fabrizio Naro in bassorilievo, con le rispettive epigrafi.
Nella chiesa principale sono inoltre di notevole importanza, oltre alla pregevole lavorazione degli altari delle cappelle laterali e altare maggiore in legno dipinto a finto marmo:
- Tela della Madonna del S. Rosario di Pompei all'interno della cappella omonima;
- Tavola della "Madonna col Bambino" sull'altare maggiore (attualmente sostituita da una copia - tela ad olio - dopo il furto dell'originale nell'ottobre '94);
- Altare in marmo nella cappella gentilizia dei Naro, con annesso crocifisso ligneo sopra indicato (cfr. foto);
- Dipinti con i soggetti dei Santi compatroni S. Egidio abate e S. Vincenzo Ferreri;
- Ciclo di affreschi nell'abside dell'altare maggiore, con i Quattro Evangelisti, attribuiti a Vincenzo Manenti.



HOME SABINA ONLINE
Luoghi da visitare - Eventi - Collegamenti - Mappa
Storia - Gastronomia - Territorio - Tradizioni - Bibliografia
Comuni della Sabina - Scuole - Numeri utili
"Il Farfa dal Farfa" - La Goccia - Link

email: info@fabarisit

una produzione Fabaris srl
© 1998 - 2001 Fabaris tutti i diritti riservati