Infiorata di Poggio Moiano e la Sagra della Bruschetta - ultimo sabato di giugno home

Infiorata di Poggio Moiano
L'antica usanza prevedeva che al passaggio della processione del Corpus Domini si gettassero fiori lungo il percorso. Nel secondo dopoguerra è nata l'iniziativa di creare con i fiori delle immagini compiute. Nasce così con le prime raffigurazioni di semplici simboli sacri, l'Infiorata di Poggio Moiano. Nell'ultimo decennio la data dell'Infiorata è stata spostata dalla festa del Corpus Domini, che cadeva quasi sempre in giorni feriali, all'ultimo sabato di giugno, in cui cade la festa del Sacro Cuore. Questo ha permesso non solo una maggiore presenza di pubblico, ma anche un periodo più propizio per la raccolta dei fiori in questa zona piuttosto alta (500-800 mt). In questi anni, grazie anche al supporto promozionale della Pro Loco, l'Infiorata ha avuto un grande sviluppo e gli infioratori hanno affinato le loro tecniche. Oggi, sempre usando esclusivamente vegetali nel loro naturale colore, si è arrivati a creare dei quadri floreali che sembrano dei veri dipinti. Ai petali al naturale si affiancano altri triturati, cotti o impastati, che danno un bellissimo effetto pittorico. L'infiorata si svolge su un percorso di circa 300 mt, il ferro di cavallo che contraddistingue Poggio Moiano. Una prima parte sul viale Umberto I, che porta dall'ingresso del paese alla piazza principale; e una seconda parte in salita su via Garibaldi, che va dalla piazza all'uscita nord del paese. Lungo il percorso troviamo 80 quadri di 2,5mt x 3,5mt, realizzati da tutti i cittadini. La manifestazione non vanta infatti la presenza di artisti affermati, ma solo di dilettanti che ormai sono diventati dei veri maestri infioratori. Oggi alla fine di ogni anno scolastico, gli alunni guidati da maestri infioratori iniziano ad apprendere l'arte dell'infiorare.

Sagra della Bruschetta
Da una terra povera ma che dona come suo gioiello l'olio della Sabina, il più genuino del mondo, con un grado d'acidità minimo, nasce la Bruschetta. Non è nient'altro che una fetta di pane abbrustolito inzuppato nell'olio. Sicuramente è stato il pasto principale, se non unico, di molti nostri avi ed oggi noi lo consideriamo solo un'antipasto, ma per le qualità che ha questo olio di oliva extravergine, oncor'oggi molti poggiomoianesi, considerano la bruschetta un pasto principale che non può mai mancare a tavola, soprattutto nel periodo della macinazione delle olive.


[tornare alla pagina di Poggio Moiano] - [tornare alla pagina eventi]

 


HOME SABINA ONLINE
Luoghi da visitare - Eventi - Collegamenti - Mappa
Storia - Gastronomia - Territorio - Tradizioni - Bibliografia
Comuni della Sabina - Scuole - Numeri utili
"Il Farfa dal Farfa" - La Goccia - Link

email: info@fabarisit

una produzione Fabaris srl
© 1998 - 2001 Fabaris tutti i diritti riservati