Tornare a Comuni della Sabina

home

Salisano

463 mt. s.l.m.
Cap 02040
Distanza da Rieti 37 Km
Stazione più vicina: P.Mirteto

Numeri utili:

  • Comune - Pro loco.. 0765 465029
  • Ufficio postale....... 0765 465232
  • Farmacia............... 0765 465161 

Consulta la pagina degli Eventi aggiornata quotidianamente

Salisano (m. 460), in provincia di Rieti, si trova alle pendici del Monte Ode (m. 932) e si erge sulla cima di un promontorio dalle falde molto scoscese dove si scopre un complesso panorama molto suggestivo nella parte meridionale, e dirimpetto, su di un'altra sommità, c'è Mompeo (antico "Fondus Pompeianus") diviso da Salisano dalla profonda "Gola di Rosciano": Sulla valle dell'omonimo fosso si alza un piccolo promontorio, e sporgendo tra i cespugli selvatici, si vedono i resti della torre e mura di quello che fu, poiché abbandonato, l'abitato di Rocca Baldesca.
Salisano appartiene al territorio abitato dai Sabini, antichissimo popolo di stirpe italica e discendente dagli Osci.

Il primo territorio occupato dai Sabini era quello delle valli dell'Alto Appennino lungo il fiume "Aternus" presso Amiternum, occupando col tempo la valle Reatina e scendendo fino alla confluenza dell'Aniene nel Tevere. La loro caratteristica di popolo guerriero e colonizzatore li spinse a cercare una maggiore espansione, continuando a conquistare le regioni volsche dell'Italia meridionale, fondendosi con gli abitanti originali e proseguendo sulla costa occidentale fino a sottomettere anche la Campania verso il 440 a.C..
Cicerone e Virgilio elogiarono questo popolo per la dedizione all'agricoltura nonché all'arte della guerra; e per la loro semplicità contadina unita ad un profondo senso religioso. Il paesaggio appenninico conformato da un insieme eterogeneo di montagne, promotori e valli, determinò l'organizzazione del loro territorio. I centri abitati, più che in città agglomerate che centralizzassero il potere e l'uso del territorio, erano disseminati nella campagna, formando "città" composte da diversi villaggi. Tale caratteristica diede origine all'espressione di: "tota Sabina Civitas".

In questo modo il popolo acquistò anche un profondo senso di autonomia e libertà, affidando il potere ad un duce soltanto nei momenti di guerra. Molti storici attribuiscono a questa mancanza di unità politica il fatto che i Sabini, pur possedendo un grandissimo valore militare, facilmente furono soggiogati dai Romani. Una volta conquistati insieme agli Etruschi ed ai Latini, essi formarono i tre gruppi etnici che molto contribuirono a consolidare la grandezza di Roma; i Sabini soprattutto per la loro potenza militare e colonizzatrice. Il territorio, oltre ad offrire una urbanizzazione rurale ottima per la produzione agricola, era prediletto come luogo di riposo e di villeggiatura per cui vi sorsero costruzioni di numerose e splendide ville. Dopo Costantino, l'Italia fu divisa in 17 province e la Sabina fu incorporata in quella denominata "Tuscia et Umbria". Arroccato su di un monte scosceso Salisano è un piccolo comune situato sulla via Tancia a 36 Km dal capoluogo e a 60 Km da Roma. E' una meta per tutti coloro che amano la tranquillità e il dolce clima collinare; inoltre il paese offre, per gli amanti dello sport e della vita all'aria aperta, impianti sportivi. Nelle zone circostanti è possibile praticare il trekking e brevi escursioni in montagna; visite guidate alla riscoperta di località di antica memoria storica come Roccabaldesca, convento di S. Diego, Torrette e Torracce ed infine visite organizzate alla centrale idroelettrica dell'Acea situata nel territorio di Salisano ed inaugurata nel 1940, che sfrutta le acque del Peschiera e delle Capore producendo energia elettrica e convogliandole verso la capitale.


Si ringrazia il Comune e la Pro-Loco di Salisano per la gentile concessione dei testi.

Da visitare

Roccabladesca Roccabaldesca (resti di un castello medioevale abbandonato)

 

Eventi:

Andar per Olio e per Cultura - 1-9 dicembre edizione 2007

 


HOME SABINA ONLINE
Luoghi da visitare - Eventi - Collegamenti - Mappa
Storia - Gastronomia - Territorio - Tradizioni - Bibliografia
Comuni della Sabina - Scuole - Numeri utili
"Il Farfa dal Farfa" - La Goccia - Link

email: info@fabarisit

una produzione Fabaris srl
© 1998 - 2001 Fabaris tutti i diritti riservati